Home » Il Gruppo » News » News » 2019 » Transmec aderisce al Progetto Libellula

Transmec aderisce al Progetto Libellula

Transmec è entrata a far parte del Progetto Libellula, il primo network di aziende impegnate contro la violenza sulle donne.

Infatti pur essendo tante le associazioni che cercano di combattere questo fenomeno, le aziende non hanno mai lavorato insieme su questo fronte.

Le aziende oggi sono realtà vive e in continua trasformazione popolate da uomini e da donne che portano al loro interno non solo le loro competenze, ma anche il loro modo di essere, il loro vissuto il loro modo di intendere la vita.

L’azienda in sé non è solo un luogo di lavoro ma un polo di cultura dove vengono trasmessi valori e messaggi, ed è proprio per questo che il suo ruolo di «comunicatrice» diventa fondamentale.

La lotta alla violenza sulle donne è anche una questione di cultura e di linguaggio, perché è proprio attraverso le parole che si disegnano i confini fra ciò che è accettabile e ciò che non lo è.

Un’azienda orientata in un certo modo, di conseguenza orienta anche i suoi collaboratori o almeno gli fornisce occasioni di riflessione.

L’obiettivo del Progetto Libellula è creare un network di aziende che abbiano la volontà di lavorare insieme su ciò che va valorizzato per evitare che la violenza trovi spazio.

Franca Scagliarini, HR Manager di Transmec Italia, ha commentato: “Una nuova cultura aziendale fatta di prevenzione, nuovi partner attenti ai diritti umani, con responsabilità verso il mondo in cui viviamo, verso le nostre famiglie: un nuovo modo di operare e lavorare tutti insieme. 

L'adesione al Progetto Libellula come network fra aziende è un ulteriore tassello che il gruppo Transmec aggiunge al percorso iniziato da tempo verso una cultura di genere e una formazione continua dei propri collaboratori, privilegiando il merito per sviluppare maggiore consapevolezza verso i veri valori della vita.”